4 dicembre, 2020 at 8:52 am
Archiviato In: PG&E, rialzo dei tassi, San Francisco, programma di Utilità di Rete Riforma, Incendi

SAN RAMON (CBS SF/AP) — California regolatori approvato un aumento di tasso per la Pacific Gas & Electric (PG&E) giovedì che aumenta le tariffe per i clienti civili, l ‘ 8%.

L’utility, una volta fallita, afferma di dover aumentare i tassi per pagare gli aggiornamenti alle apparecchiature che sono state incolpate di accendere incendi negli ultimi anni.

I prezzi più elevati entrano in vigore il 1 ° marzo e dovrebbero aumentare le bollette dei clienti residenziali di PG& E di una media di $13.44 al mese. Ciò potrebbe ulteriormente affaticare i bilanci delle persone che lottano per sbarcare il lunario durante una recessione causata dalla pandemia che sta causando ai governi di ridurre il commercio e corral persone a casa, nel tentativo di facilitare la diffusione del virus che causa COVID-19.

I regolatori di potenza della California hanno approvato l’aumento dopo due anni di dispute tra PG&E e una varietà di gruppi che lottano per limitare la quantità di oneri finanziari che i clienti dovrebbero dover sostenere per la negligenza a lungo termine dell’utilità di una rete che fornisce energia a circa 16 milioni di persone in un’area

PG & L’equipaggiamento obsoleto di E è stato accusato di aver causato una serie di incendi durante 2017 e 2018 che hanno ucciso più di 120 persone e distrutto più di 27,000 case e altri edifici. Il danno ha causato PG & E di presentare istanza di fallimento in 2019, aprendo una via legale per la società di negoziare settlements 25.5 miliardi in insediamenti con vittime di incendi boschivi e altri.

L’utility di San Francisco è emersa dalla bancarotta cinque mesi fa e ora sta cercando di aggiornare le sue attrezzature e adottare altre misure di sicurezza per evitare di affrontare di nuovo calamità finanziarie — e una catastrofe di pubbliche relazioni—.

In base all’accordo approvato dai regolatori della California, PG&E non può utilizzare nessuna delle sue entrate aggiuntive per pagare i suoi insediamenti fallimentari o arricchire un team esecutivo che è stato revisionato negli ultimi anni.

Ma PG & E prevede di utilizzare i soldi extra per aiutare a finanziare i miglioramenti della rete, il taglio di alberi aggiuntivi attorno alle linee elettriche e adottare altre misure che la società ritiene ridurranno le possibilità di innescare più incendi. L’utilità sta anche apportando modifiche volte a ridurre la portata dei blackout intenzionali imposti durante le condizioni meteorologiche asciutte e ventose che sollevano rischi di incendi nel nord della California.

“Vogliamo lavorare per superare le aspettative dei nostri clienti quando si tratta di fornire energia pulita in modo sicuro e affidabile, ridurre il rischio di incendi in un clima in continua evoluzione e costruire un sistema energetico sicuro e sostenibile”, ha dichiarato Robert Kenney, PG& Vice President of Regulatory and External affairs.

La Utility Reform Network, uno dei gruppi che ha martellato l’insediamento di aumento dei tassi con PG&E alla fine dello scorso anno, aveva sperato che i regolatori della California avrebbero ritardato l’approvazione a causa del ceppo finanziario derivante dalla pandemia.

“Colpire i consumatori con bollette più elevate in questo momento non farà che aumentare i loro problemi”, ha affermato Mark Toney, direttore esecutivo di TURN.

Lo shock adesivo dei prossimi aumenti dei tassi PG& E è stato amplificato dal tempo impiegato per negoziarli mentre l’utilità era ancora in bancarotta. Parte degli aumenti del 2021 copre anche l’anno passato.

I clienti potrebbero essere stati colpiti ancora più duramente se non fosse stato per la resistenza al piano iniziale di PG &E. L’utilità originariamente cercava circa billion 2 miliardi di entrate aggiuntive da aumenti dei tassi dei clienti da 2020 a 2022, secondo i documenti normativi. L’accordo finale approvato dai regolatori darà invece a PG & E un ulteriore billion 1.15 miliardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.