Di Ellyn Kail a maggio 4, 2017

Cani nelle loro gabbie in un mulino cucciolo prima di essere salvati. © Jo-Anne McArthur / Noi Animali con il Montreal SPCA

Un cane recentemente salvato riceve cure. © Jo-Anne McArthur / Noi Animali con il Montreal SPCA

Un cane recentemente salvato riceve cure. © Jo-Anne McArthur / We Animals con l’SPCA di Montreal

Nel 2013, la fotoreporter Jo-Anne McArthur era con l’SPCA quando hanno sequestrato circa 100 cani da un mulino di cuccioli nel Quebec rurale. Dopo una vita vissuta in isolamento, circa una mezza dozzina di pitbull furono finalmente condotti all’aria aperta. Le loro code, una volta saldamente infilate tra le gambe, iniziarono a rilassarsi. I soccorritori parlarono dolcemente e offrirono le loro mani agli animali per annusare. A poco a poco, iniziò lo scodinzolio.

McArthur ha assistito animali in tutto il mondo in circostanze disumane, e la maggior parte del tempo, non c’è niente che possa fare se non documentare ciò che vede. Sono momenti come questo-quando vede un animale liberato dalla crudeltà-che le danno la speranza e l’energia per continuare.

Il fotografo ha accompagnato la SPCA e la Humane Society International durante diversi casi di puppy mill. A volte hanno portato un mandato per rimuovere tutti i cani, ma ci sono stati anche casi in cui sono stati autorizzati solo a salvare i cani più deboli e malati e lasciare il resto alle spalle.

Cani in puppy mills vivono in gabbie, e anche se varia da paese a paese, la legge negli Stati Uniti impone che la gabbia deve essere solo sei pollici più largo e più lungo del cane. Ciò significa che gli animali non saranno nemmeno in grado di girarsi.

Nel cucciolo mills McArthur ha visto, è anche comune per un pezzo di legno per separare i cani in gabbie adiacenti. Gli animali sono isolati l’uno dall’altro e incapaci di stabilire un contatto visivo con i cani accanto a loro, anche se possono vedere nelle gabbie direttamente di fronte.

Le femmine vengono allevate più e più volte fino a quando non possono più produrre bambini. A quel punto, a volte vengono uccisi o abbandonati. I cani in puppy mills ricevono poca o nessuna assistenza medica, e cuccioli e cani adulti muoiono di malattie prevenibili.

McArthur incontrò un chihuahua la cui intera mascella era “letteralmente marcita” a causa dell’abbandono. Dopo una dieta a basso costo, cibo cattivo e nessuna cura dentale, il tartaro sui denti ha infettato la mandibola. “Non aveva la mascella”, spiega il fotografo.

Qualcosa di simile è accaduto a Wembley, un barboncino di otto anni che è incluso nel libro di McArthur We Animals. Anche la sua mandibola era parzialmente sparita. Grazie agli sforzi del Montreal SPCA, Wembley ora vive in una casa calda e amorevole.

“Questi cani non hanno amici. Non hanno alleati, quindi quando imparano a fidarsi, è davvero qualcosa”, mi dice McArthur.

Questo sentimento è ciò che la riporta a quei pitbull del Quebec. Questi cani non erano mai stati trattati con altro che crudeltà, ma hanno comunque scelto di seguire i loro soccorritori fuori dalle loro gabbie e in un futuro sconosciuto. Hanno scelto di fidarsi, ed è stata probabilmente la prima scelta che abbiano mai fatto per se stessi.

Purtroppo, alcuni dei mulini cucciolo McArthur ha fotografato sono ancora in funzione. In questi casi, è possibile per i tribunali consentire loro di continuare senza conseguenze. Anche quelli che vengono puniti spesso ” ricevono solo uno schiaffo al polso.”Potrebbero ottenere la libertà vigilata, o potrebbero essere sospesi per alcuni anni e ricominciare da capo senza che nulla sia cambiato.

Fino a quando puppy mills non se ne sarà andato, McArthur continuerà a raccontare le storie di questi cani (spesso invisibili). “C’è qualcuno lì dentro”, dice McArthur, ricordando i loro occhi, ” E poiché c’è qualcuno lì dentro, meritano di vivere liberi dal male.”

Ci sono alcuni modi in cui possiamo aiutare a fermare puppy mills. La scelta di adottare un cane da un rifugio o un salvataggio, invece di comprare un cane, è il modo infallibile per evitare mulini cucciolo. Adozione non solo concede un cane il dono di una casa e una vita, ma protegge anche altri cani da essere sottoposti a crudeltà. Per proteggere le generazioni future, McArthur ci ricorda di spay e neutralizzare i nostri animali. Scopri di più su SPCA e HSI.

Questo post è il quinto di una serie di sette storie che pubblicheremo sulla fotoreporter Jo-Anne McArthur e l’Archivio We Animals. Puoi leggere i primi quattro qui, qui, qui e qui.

Centinaia di immagini dell’Archivio We Animals sono disponibili gratuitamente per organizzazioni caritatevoli ed educative. Il progetto si basa su donazioni da parte del pubblico. Fai una donazione una tantum qui, e se sei interessato a contribuire mensilmente, puoi farlo qui. Trova il libro We Animals qui, e trova il nuovo libro di McArthur, Captive, qui.

I cani si stringono insieme nella loro gabbia in un mulino cucciolo prima di essere salvati. © Jo-Anne McArthur / Noi Animali con il Montreal SPCA

Cani nelle loro gabbie in un mulino cucciolo prima di essere salvati. © Jo-Anne McArthur / Noi Animali con il Montreal SPCA

Un cane in una gabbia cucciolo mulino prima di essere salvato. © Jo-Anne McArthur / Noi Animali con il Montreal SPCA

Un ispettore SPCA trova il corpo di un cane che è morto nel mulino cucciolo. © Jo-Anne McArthur / Noi Animali con il Montreal SPCA

I corpi congelati di cani che sono morti nel mulino cucciolo scoperto dagli ispettori SPCA. © Jo-Anne McArthur / Noi Animali con il Montreal SPCA

Un cane viene portato fuori da un mulino cucciolo per ricevere cure. © Jo-Anne McArthur / Noi Animali con il Montreal SPCA

Un cane recentemente salvato riceve cure. © Jo-Anne McArthur / Noi Animali con il Montreal SPCA

Un cane riceve cure dopo essere stato salvato da un mulino per cuccioli. © Jo-Anne McArthur / Noi Animali con il Montreal SPCA

Cuccioli appena nati ricevono cure dopo essere stati salvati da un mulino cucciolo. © Jo-Anne McArthur / Siamo Animali con il Montreal SPCA

Scopri di Più

Dare Stampa
Ricevere una Stampa

Ottenere una Guida

Vedi tutte le guide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.