Se qualcuno ti dice che i corridori non ottengono il blues, si sa che non sono un corridore.

Sì, ci piacciono tutte le belle endorfine che vengono con il nostro passatempo preferito, ma come corridore, occasionalmente ci deprimiamo. Cose come lesioni, brutte gare o persino solchi di allenamento possono giocare a giochi di testa. Questo è particolarmente comune in questo periodo dell’anno dopo che ci siamo allenati così duramente per una gara di obiettivo e non siamo arrivati alla linea di partenza, o semplicemente abbiamo avuto una brutta giornata.

Può lasciarci sentirci giù non solo per la nostra corsa, ma per le nostre vite in generale quando sembra che tutti intorno a noi stiano celebrando i loro grandi successi.

Se ti senti un po ‘ giù su te stesso dopo una recente battuta d’arresto o forse sei una di quelle persone fortunate che hanno appena eseguito un enorme PR, ma soffri di depressione post maratona, in entrambi i casi, sei nel posto giusto.

Questo post ti aiuterà a sentirti meglio sul tuo futuro in corsa e ti darà alcuni consigli utili e utili su come superare questi blues dei corridori, per tornare a sentirti positivo riguardo allo sport che amiamo così tanto (anche se sei limitato all’allenamento incrociato per un po ‘ a causa di un infortunio!). Non è necessario provare tutti, ma vedere cosa salta fuori a voi, e usarlo per aiutarvi a ottenere il vostro mojo in esecuzione indietro.

 I runner blues sono più comuni di quanto ci rendiamo conto, ma sono spesso spazzolati sotto il tappeto. Perché i corridori si sentono depressi dopo una grande gara, o soprattutto, dopo che siamo messi da parte con un infortunio? Ecco 7 consigli utili per aiutarti a trovare di nuovo il tuo mojo.

È normale che un corridore si senta depresso?

Come corridore masters, le probabilità sono che hai passato questo più di un paio di volte.

So di averlo.

Ho avuto tempi di inattività a causa di un infortunio (troppi nei miei primi anni ‘ 40!), ha avuto il blues post-grande evento (maratone importanti), e anche affrontato con delusione prestazioni (più di una volta). In ogni situazione, mi sono rivolto ad alcune misure provate e vere per riportarmi all’equilibrio. Uno, o una combinazione di più, potrebbe aiutare, anche.

Physio e best seller autore Brad Beer ha parlato di questo concetto trascurato dei nostri disordini emotivi nel suo libro, “È possibile eseguire senza dolore” e sulla nostra intervista podcast con lui. Brad spiega che la maggior parte dei corridori sono abbastanza bravi a gestire il lato fisico dell’allenamento e degli infortuni, ma sono le sfide emotive e psicologiche che sono in realtà più frustranti.

Brad afferma: “La scala dei disordini emotivi varierà a seconda di quanto sia importante la corsa nella vita del corridore”. Correre diventa una parte di come ci definiamo, il che può rendere difficile mantenere la fiducia in se stessi quando viene rimosso per un periodo di tempo a causa di un infortunio o della consapevolezza che la prossima gara sarà a pochi mesi di distanza.

Come superare la depressione in esecuzione

Sappiamo che il lato mentale della corsa è una delle parti più importanti dell’esecuzione, ma viene prestata pochissima attenzione al motivo per cui i corridori lottano con questa agitazione emotiva.

 I runner blues sono più comuni di quanto ci rendiamo conto, ma sono spesso spazzolati sotto il tappeto. Perché i corridori si sentono depressi dopo una grande gara, o soprattutto, dopo che siamo messi da parte con un infortunio? Ecco 7 consigli utili per aiutarti a trovare di nuovo il tuo mojo.

Questo potrebbe essere il più difficile da raggiungere quando ti senti giù per la tua corsa. Ma maestri corridori in particolare, hanno il beneficio di molti anni ed esperienze sotto le nostre cinture. Perché non usarlo a nostro vantaggio?

Pensa ai tuoi oltre 40 anni su questa terra.

Le probabilità sono, quegli anni hanno incluso alcuni meno di tempi stellari.

E parlando di temporaneo-ormai dovresti anche avere la prospettiva che la maggior parte delle situazioni nella vita SONO temporanee.
Anche se la corsa non è dove vuoi che sia al momento, sarà abbastanza presto. Hai superato le situazioni più difficili e ce la farai a superare questo.

 I runner blues sono più comuni di quanto ci rendiamo conto, ma sono spesso spazzolati sotto il tappeto. Perché i corridori si sentono depressi dopo una grande gara, o soprattutto, dopo che siamo messi da parte con un infortunio? Ecco 7 consigli utili per aiutarti a trovare di nuovo il tuo mojo.

La maggior parte dei corridori sono di tipo A e Tipo Come non piace chiedere aiuto (shock, giusto?), ma ora è il momento di cedere. Rivolgiti al tuo migliore amico in esecuzione, al tuo coniuge, al tuo vicino amichevole o anche a un terapeuta.

Sapevi che gli psicologi dello sport sono esperti nell’aiutare gli atleti alle prese con punti bassi? Psicologo dello sport Dr Stan Beecham ha dato alcuni fantastici consigli per i corridori che lottano nella sua intervista podcast, ma sarebbe utile vedere qualcuno locale, se possibile.

Fai tutto il necessario per trovare uno sbocco per il tuo blues. Pagherà dividendi.

 I runner blues sono più comuni di quanto ci rendiamo conto, ma sono spesso spazzolati sotto il tappeto. Perché i corridori si sentono depressi dopo una grande gara, o soprattutto, dopo che siamo messi da parte con un infortunio? Ecco 7 consigli utili per aiutarti a trovare di nuovo il tuo mojo.

Forse hai un buco da riempire se non ti stai allenando nel modo che desideri, sia a causa di un infortunio o di un recupero da una grande gara.

Il tuo club di corsa locale potrebbe probabilmente utilizzare anche i tuoi talenti.

 I runner blues sono più comuni di quanto ci rendiamo conto, ma sono spesso spazzolati sotto il tappeto. Perché i corridori si sentono depressi dopo una grande gara, o soprattutto, dopo che siamo messi da parte con un infortunio? Ecco 7 consigli utili per aiutarti a trovare di nuovo il tuo mojo.

Preoccupato sembrerai sciocco o wimpy perché stai camminando e non corri?

È ora di superarlo-nessuno sta prestando attenzione tranne te!

 I runner blues sono più comuni di quanto ci rendiamo conto, ma sono spesso spazzolati sotto il tappeto. Perché i corridori si sentono depressi dopo una grande gara, o soprattutto, dopo che siamo messi da parte con un infortunio? Ecco 7 consigli utili per aiutarti a trovare di nuovo il tuo mojo.

E no, non intendo una gara!

Trova un’attività che vorresti fare e fai un piano.

Come corridori, il tempo di qualità con i propri cari a volte scivola sul ciglio della strada a favore dell’allenamento e delle corse. Sappiamo che Tom Foreman, autore di My Year of Running ha pericolosamente parlato delle sue relazioni messe in pericolo dal suo allenamento ultra marathon.

 I runner blues sono più comuni di quanto ci rendiamo conto, ma sono spesso spazzolati sotto il tappeto. Perché i corridori si sentono depressi dopo una grande gara, o soprattutto, dopo che siamo messi da parte con un infortunio? Ecco 7 consigli utili per aiutarti a trovare di nuovo il tuo mojo.

Una volta, quando sono stato messo da parte da un infortunio, mi sono iscritto a un programma di nuoto masters. Nella mia vita precedente come triatleta, il nuoto era una parte importante del mio allenamento, ma da quando ho rivolto la mia attenzione più verso la corsa, il nuoto aveva scivolato alcune tacche.

Gettandomi nel nuoto, avevo qualcosa per cui lavorare.

Ogni settimana ho visto i miei tempi migliorare e la mia forma fisica con esso. Ancora meglio, avevo un gruppo con cui sudare, qualcosa che mi mancava mentre ero lontano dall’infortunio. Quando sono tornato a correre, ero più in forma di prima di finire nella lista dei disabili. Più importante di ogni altra cosa, mi ha tenuto il morale alto.

Ricorda, abbiamo studiato quale forma di cross training è la migliore per i corridori e abbiamo scoperto che l’aqua jogging imita di più, ma altre forme di cross training possono essere ugualmente efficaci nel mantenere la forma fisica.

Il detentore del record mondiale nel miglio, Alan Webb, insieme alla coach olimpica Lynda Huey, e l’esperto di ElliptiGO Darren Brown hanno discusso di come i corridori possono usare il cross training per finire in forma ancora migliore rispetto alla corsa!

 I runner blues sono più comuni di quanto ci rendiamo conto, ma sono spesso spazzolati sotto il tappeto. Perché i corridori si sentono depressi dopo una grande gara, o soprattutto, dopo che siamo messi da parte con un infortunio? Ecco 7 consigli utili per aiutarti a trovare di nuovo il tuo mojo.

Le probabilità favoriscono che questo tipo di pausa servirà come reset e che prima di saperlo, ti sentirai meglio, ti godrai la corsa e ti preparerai a tornare al tuo normale allenamento.

Ora:

Non negherò mai che la corsa sia stata a volte fonte di angoscia nella mia vita.

Ma starò fermo sul concetto che come corridori, sappiamo abbastanza e abbiamo abbastanza risorse a nostra disposizione per assicurarci che i corridori blues non durino mai a lungo.

Ci siamo rivolti a questo sport perché ci ha portato gioia e questo è il posto di cui abbiamo bisogno per tenerlo—non importa quale.

RunnersConnect Master Extra

Ha dovuto prendere un po ‘ di tempo libero di recente? Scarica il nostro calcolatore di declino delle prestazioni unico nel suo genere per scoprire cosa correresti se corressi in questo momento a qualsiasi distanza nella sezione download per soli membri.

Clicca qui per accedere a

Non sei un membro Master RunnersConnect? Clicca qui per saperne di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.